Barbabietola da orto

Nome botanico: Beta Vulgaris


Breve descrizione:

è un ortaggio da radice che si utilizza cotto, molto comune negli orti e presente anche in pieno campo per rifornire il mercato e l’industria.

La bietola ha il fusto erbaceo, grandi foglie di colore verde intenso con nervature centrali sviluppate tenere e carnose.

Area di origine: Africa del nord


Accorgimenti e cure:

  • Esposizione e luminosità: dal pieno sole alla mezz’ombra.
  • Temperatura: predilige temperature miti, teme il gelo. Non tollera le escursioni termiche.
  • Irrigazione: bagnare regolarmente le giovani piantine per favorire l’ingrossamento.

Avversità:

Piccoli consigli: le escursioni termiche repentine o i periodi di estrema siccità possono danneggiare la pianta o renderla più vulnerabile.


Curiosità:

  • Medicina: è un’eccellente fonte di potassio, vitamina A e C, magnesio, e contiene ferro, calcio, vitamina B6, acido folico e zinco. E’ utile per la cura di mal di testa, influenza e anemia. E’ consigliata nelle diete anche perché facilmente digeribile.
  • Cucina: può essere consumata cruda o cotta in vari modi e per la preparazione di diversi piatti. Affettata o grattugiata è aggiunta alle insalate di ogni genere. Cotta può essere condita con l’aceto. Possiamo conservarla dalle 2 alle 4 settimane in frigorifero; in inverno si mantengono più a lungo conservate nella terra o in una cantina, oppure cotta può essere congelata. La barbabietola contiene 89% di acqua, pochissime proteine e zero grassi, che possiamo tradurre in pochissime calorie.
 

Concimazione:

In pre-semina o pre-trapianto, intervenire al suolo con i concimi organici ed organo-minerali a base di AGROGEL®, gelatina idrolizzata per uso agricolo, ad alto contenuto di azoto e carbonio organici. L’azoto non è soggetto a perdite per lisciviazione e volatilizzazione, per cui questi concimi rispettano l’ambiente e riducono gli sprechi economici. La complessazione degli altri meso e microelementi alla matrice proteica consente una cessione progressiva e modulata, completamente naturale, che prolunga la disponibilità per le piante anche di fosforo, potassio, ferro, zolfo, calcio limitando i fenomeni di immobilizzazione nel suolo. Con i concimi a base di AGROGEL®, viene soddisfatto tutto il fabbisogno nutrizionale della coltura, aumenta la resa produttiva e la qualità del raccolto.


Per via fogliare ed in fertirrigazione, intervenire con i concimi a base di GELAMIN® e biostimolanti di origine vegetale del programma VIRIDEM®. Matrici esclusive ottenute con processi esclusivi, l’idrolisi enzimatica e l’estrazione in CO2 Supercritica, che consentono di avere alti contenuti di azoto organico e di amminoacidi in forma prevalentemente levogira e di estrarre efficacemente le molecole ad azione biostimolante, come triacontanolo, vitamine, composti fenolici ed altre molecole bioattive. Gli amminoacidi, l’azoto e gli altri elementi assorbiti rapidamente, insieme ai composti ad azione biostimolante, favoriscono un’azione nutritiva, anti-stress e migliorano i parametri qualitativi della produzione finale. La stabilità delle matrici, la bassa salinità e il pH consentono la miscibilità con altri prodotti, anche fitofarmaci, per cui l’applicazione può essere effettuata in occasione dei trattamenti antiparassitari.

 

Clicca sull'immagine per vedere quanti ettari sono coltivati in Italia

 

Schede tecniche - Certificazioni - Dossier - Risultati di campo e altri approfondimenti